Home Fare trading con le opzioni e la tecnica di Gann

Fare trading con le opzioni e la tecnica di Gann

Presentazione del libro

In passato molti economisti hanno tentato di creare un modello matematico soddisfacente che potesse predire la dinamica degli scambi dei derivati con i loro prezzi futuri. A partire dagli inizi del ‘900 Bachalier intuì la possibilità di accostare il moto Browniano agli scambi dei prezzi dei titoli quotati in Borsa. Tale intuizione portò successivamente ad ulteriori sviluppi del suo modello ancora embrionale, fino ad arrivare al 1973, anno di pubblicazione della famosa equazione di Black e Scholes. Con tali formule si ottenne un ottimo modello di pricing per le opzioni, che diede un nuovo impulso alle strategie di hedging e di speculazione nei mercati finanziari.
Contemporaneamente a Bachelier, nei anni del ‘900 W.D.Gann aveva creato una tecnica di trading altrettanto predittiva basata su un metodo matematico geometrico lineare, che è alla base della fisica meccanica. Accanto ad una scomposizione vettoriale del prezzo-tempo, Gann dedicò molta attenzione ai vari cicli di mercato, sia nel breve e sia nel lungo periodo, consentendo di determinare l’inizio e la fine del trend finanziario.

In quest’opera ho voluto racchiudere ambedue le teorie. Mediante la tecnica di Gann individuiamo il Set Up, ossia quel particolare livello di prezzo-tempo che ci consentirà l’entrata e l’uscita dal mercato. Il Segnale, trovato mediante un opportuno calcolo matematico geometrico è il punto di scontro rilevante in cui le masse psicologiche degli investitori generano volatilità ed innescano un trend finanziario.

Con il metodo di Black e Scholes ed i suoi più recenti progressi spiegherò le opportune tecniche di hedging in modo da attenuare almeno quasi del tutto il risk per trade.

Auguro al lettore di trarre beneficio delle informazioni trattate, nella speranza che con uno studio proficuo lo portino al successo nelle attività di trading.